Scuola/ Centemero: “Contrasto povertà educativa è priorità Fi”

“Alla base della povertà educativa e dell’esclusione sociale dei minori c’è la disuguaglianza. Le bambine ed i bambini che vivono in famiglie monoparentali, in famiglie numerose o in famiglie dove gli adulti hanno poco o nessun lavoro hanno più probabilità di subire la povertà educativa. Il fenomeno è più complesso di come viene oggi descritto dalla Ministra Fedeli e la provenienza socio-economica e culturale delle famiglie sono fattori rilevanti che hanno un grande impatto sui risultati e sugli esiti scolastici”. Lo dichiara la deputata e responsabile scuola e università di Forza Italia Elena Centemero. “Forza Italia pone al centro del suo programma per la scuola il contrasto alla povertà educativa, ossia il processo che limita il diritto delle bambine e dei bambini a un’educazione e li priva dell’opportunità di imparare e di acquisire quelle competenze di cui avranno bisogno per inserirsi positivamente in un mondo e in una società in continuo cambiamento. Per questo gli investimenti del Miur e del Mef nella scuola non possono riguardare solo i docenti, ma devono essere indirizzati alle bambini e ai bambini per garantire il diritto all’educazione, a partire dalle attività culturali e sportive fino si servizi, come la mensa, il trasporto, i libri, e non da ultimo il supporto a chi è più in difficoltà.” conclude.

6 Luglio 2017