Lavoro/ Centemero: “Si lavori per piena inclusione donne”

“La vicenda di Martina Camuffo, assunta dal titolare di un’azienda del Veneto a dieci giorni dal parto, è un esempio di ciò che dovrebbe avvenire in un Paese che valorizza il talento delle donne e la loro partecipazione alla vita economica, sociale e politica”. Lo dichiara la deputata di Forza Italia Elena Centemero, presidente della Commissione Equality and Non Discrimination del Consiglio d’Europa. “Se quella di Martina è una storia felice tante, purtroppo, sono quelle di esclusioni ed esperienze lavorative compromesse dalla maternità. Per questo occorre pensare a politiche organiche ed innovative per consentire alle donne di conciliare il ruolo professionale e personale, sviluppando quelle formule come il co-working e il co-baby che il Consiglio d’Europa ha indicato agli Stati membri quali best praticies da seguire per arrivare a una piena gender equality, ossia alla pari possibilità di donne e uomini di incidere sulla sfera pubblica e sul futuro del proprio Paese”, conclude.

8 Febbraio 2017