Centemero (Fi): “Migranti hanno visione donna diversa dalla nostra”

“La gravità della violenza contro le donne non cambia certo in base alla provenienza di chi la compie. Ed è indubbio che gli atti di violenza vengano perpetrati sia dagli italiani sia dagli stranieri. Tuttavia, bisogna avere il coraggio di affrontare la realtà, senza il timore di dire le cose per quelle che sono davvero”. Lo dichiara la deputata di Forza Italia Elena Centemero commentando le parole della sottosegretaria Boschi.

“I migranti che arrivano in Italia – osserva – sono per la stragrande maggioranza uomini giovani provenienti da Paesi in cui la visione della donna è culturalmente molto diversa da quella occidentale. Questo è un dato di fatto che non può essere negato. Come presidente della Commissione Equality and Non discrimination del Consiglio d’Europa sono stata chiamata in diversi Paesi, tra cui Giordania e Turchia, che iniziano ora ad elaborare le prime leggi a tutela delle donne, a conferma di quanta strada si debba ancora fare su questi temi. È inoltre altrettanto innegabile che, in seguito ai flussi migratori, le mutilazioni genitali femminili e i matrimoni precoci siano fenomeni in espansione anche in Europa e da contrastare. Le donne rifugiate poi sono spesso vittime di violenze e abusi nei paesi di partenza e da parte dei trafficanti di esseri umani. Questa è la realtà con cui dobbiamo confrontarci, non negandola ma promuovendo interventi e misure serie, a partire dal trasmettere a chi arriva il rispetto della persona e una diversa concezione della donna e del suo ruolo nella nostra società”, conclude la deputata di Fi.

https://it.notizie.yahoo.com/centemero-fi-migranti-hanno-visione-donna-diversa-dalla-111713849.html

8 Settembre 2017