Centemero: “Alienazione genitoriale va contrastata”

“Le leggi, le pratiche e gli stereotipi di genere incidono anche nei casi di separazione e divorzio, ripercuotendosi spesso sulla possibilità dei padri di godere di relazioni significative con le figlie e i figli”. Lo ha detto la deputata di Forza Italia, Elena Centemero, presidente della Commissione Equality and Non discrimination del Consiglio d’Europa, durante la conferenza stampa alla Camera in cui è stato proiettato il cortometraggio “Mamma non vuole” sull’alienazione genitoriale. “La vita familiare è protetta dalla Convenzione Europea dei Diritti Umani e l’allontanamento di un genitore dovrebbe essere ordinato dalle Corti solo in casi eccezionali che determinino un grave pericolo per i bambini. L’alienazione genitoriale è un fenomeno che va conosciuto e contrastato, anche a livello legislativo, con norme che favoriscano il contatto dei genitori con i figli e rafforzino il diritto di visita. Si deve assicurare piena parità di diritti tra papà e mamme e considerare che il diritto fondamentale è quello delle bambine e dei bambini a crescere avendo relazioni significative con entrambi i genitori separati e divorziati”, conclude.

19 Aprile 2017